Разработка платного шаблона Joomla

news

Il Trasferimento Tecnologico se ben integrato ha mostrato in molti casi i vantaggi derivanti da un legame forte tra ricerca e impresa per contribuire allo sviluppo dell’industria, dei territori e del nostro Paese nel suo insieme. Esso è da considerare ormai tra i fattori chiave per il successo di iniziative industriali di lungo respiro e con prospettive di sviluppo nello scenario globale.

In questo senso, gli spin off e le startup nate in ambito accademico, sono la sintesi del processo di Trasferimento Tecnologico in cui la ricerca si fa impresa ed i risultati di anni di studio all’interno dell’Università si traducono in soluzioni applicabili sul mercato per iniziativa degli stessi ricercatori.
Le nuove imprese nate da progetti universitari costituiscono, infatti, un anello di congiunzione fondamentale tra la ricerca ed il sistema economico e produttivo. Questo legame è vitale per l’Accademia e per la Ricerca pubblica, grazie al ruolo che conferisce ai risultati degli studi, anche teorici, ed alla possibilità di stimolare l’universo scientifico. Ma è decisivo anche per il mondo produttivo, che può essere alimentato proficuamente dai prodotti della ricerca e dalla conoscenza generata nei laboratori. Il Trasferimento Tecnologico e gli spin- off sono dunque un ponte da rendere solido e strutturalmente organico al sistema paese per contribuire ad emanciparne il ruolo nel panorama internazionale.

Il Trasferimento Tecnologico, che si realizza con la nascita di nuove imprese, si concretizza in un percorso complesso che richiede la collaborazione di una molteplicità di attori con funzioni diverse, ma strettamente complementari tra di loro. Le Università e gli Enti Pubblici di Ricerca, generatori di conoscenza, possono e devono continuare a svolgere tale ruolo, ma al tempo stesso devono agire con maggiore forza e convinzione per diffondere la cultura della valorizzazione dei propri risultati. Un percorso così virtuoso richiede il contributo del mondo imprenditoriale per rendere più efficaci le azioni di scouting per far emergere idee ed accompagnare verso la maturità tecnologica i risultati scientifici.

È necessario anche un sistema finanziario adeguato, non solo in quantità ma soprattutto in qualità per cogliere le specificità e le problematiche degli spin-off e del Trasferimento Tecnologico in un’ottica di valorizzazione del potenziale scientifico ed innovativo espresso dalla ricerca. Sono necessarie competenze ed attori capaci di trasformare risultati di ricerca in soluzioni valorizzabili dal mercato.

Fondamentale è poi la partecipazione degli enti territoriali per la visione di lungo termine che, grazie alle azioni di promozione e supporto, deve contribuire a creare la catena del valore funzionale allo sviluppo. Gli enti regionali e centrali hanno anche la responsabilità di identificare regole e politiche che esprimano un quadro normativo coerente e favorevole, in grado di far incontrare le specifiche esigenze della ricerca e delle imprese per agevolare l’accesso ai mercati.

L’edizione 2019 della Borsa delle Ricerca parte da queste premesse per rispondere agli interrogativi che una società moderna e globale deve porsi. Con il contributo di tutti gli attori coinvolti nei processi di trasferimento della ricerca verso il mercato si potrà evidenziare il ruolo che ciascuno deve svolgere e le azioni da mettere in campo per garantire una leadership al paese. La sintesi della Borsa della Ricerca 2019 sarà il messaggio ai ricercatori per comprendere il loro contributo alla creazione d’impresa.

 

PROGRAMMA

Martedì 28 maggio

15:00 - 18:00
Sessione Plenaria
Dalla ricerca all’autoimprenditorialità

Saluti:
Aurelio Tommasetti, Rettore Università degli studi di Salerno

Introduce:
Tommaso Aiello, Presidente Fondazione Emblema e Coordinatore Borsa della Ricerca

Modera:
Cesare Pianese, Delegato al Trasferimento Tecnologico Università degli studi di Salerno

Intervengono:
Antonello Bartiromo, Presidente dPixel
Luca Beghetto, Direttore Generale Microcredito Italiano
Luca Ferrarese, Vice Responsabile Rete Commerciale Banca Sella
Andrea Piccaluga, Presidente Netval
Marina Silverii, Direttore Aster
Tbd, Gruppo Banca Etica
Tbd, Regione Campania

 

Mercoledì 29 maggio

9.30 – 16.30
Incontri one to one tra Università/Spin off/Start up - Aziende/Investitori

 

Giovedì 30 maggio

09.00 – 16.30
Sessione di Pitch e consegna BdR Awards